MadKime

Kime o Madkime (si legge Chime  però mi raccomando..)

è lo pseudonimo di Claudio Chimenti

Ma si può essere Mad passati i trent’anni?

Oppure: può essere mai che il Kime abbia più di trent’anni?

Io da piccolo, quando mi annoiavo, mi mettevo a disegnare.

E quando ero nervoso, e disturbavo i grandi, arrivavano (non so dove fossero stati fino a quel momento) fogli e pennarelli per disegnare.

Pensate quanto si deve essere annoiato Mad Kime.

E quanto fastidio ci ha risparmiato con i suoi disegni.

In questi anni ha disegnato perché non aveva altro da fare, ad esempio un lavoro vero.

Ha anche provato a fare del disegno un lavoro vero, e questo lo ha portato a disegnare ancora di più, perché il lavoro, si sa, stressa.

Ma come pretendere di guadagnare, se anziché lavorare, si preferisce disegnare?

Fortunatamente, però, l’arte ha tante facce e come ha detto Victor Kiam, imprenditore di successo:

Even if you fall on your face, you’re still moving forward
(testo Gabriele Palmucci)
(foto Azzurra Guerrini)